Cos’è il Rotary

Home »  Cos’è il Rotary

Storia del Rotary e vie d’azione

paul-harris72_4028197

Il Rotary nasce a Chicago il 23 febbraio 1905 ad opera di Paul Harris, giovane avvocato che si era posto l’obiettivo di trovare un gruppo di persone con le quali condividere lo spirito di amicizia che aveva conosciuto da piccolo nei paesi in cui era vissuto. Negli anni immediatamente successivi alla costituzione, il Rotary, così denominato dall’abitudine dei soci fondatori di riunirsi a rotazione presso i rispettivi uffici, conosce un considerevole sviluppo. Diversi club nascono negli USA e, successivamente, in Canada. Nel 1921 l’organizzazione adotta il nome di Rotary International e, parallelamente all’intenso sviluppo sul territorio americano, iniziano a mutare anche le finalità perseguite. L’obiettivo del Rotary, infatti, passa dalla convivialità tra i soci alla promozione di attività a carattere sociale, realizzate unendo, in un forte sodalizio, lo spirito di amicizia alla professionalità dei soci stessi. Tale svolta trova formalizzazione in quello che sarebbe diventato, e che è tuttora, il motto dell’organizzazione:

“Servire al di sopra di ogni interesse personale”
(Service above self)

Il percorso di nascita di nuovi club continua negli anni ed oggi, a più di un secolo dalla sua fondazione, il Rotary è un’organizzazione mondiale di oltre 1,2 milioni di uomini e donne di buona volontà che forniscono servizi umanitari, incoraggiano il rispetto di rigorosi principi etici nell’ambito della professione e contribuiscono a diffondere messaggi di pace tra i popoli della Terra. Attualmente esistono oltre 33.000 club, apolitici e non confessionali, in oltre 200 paesi del mondo, aperti ad ogni razza, cultura e credo.

L’attività del Rotary si sviluppa lungo cinque linee d’azione:

– che riguarda il rafforzamento e l’affiatamento tra i soci e mira a garantire un adeguato ed efficiente funzionamento dei club;
– che conduce i Rotariani a servire gli altri attraverso la loro professione e a rispettare elevati standard etici nello svolgimento delle loro attività;
– che concerne i progetti e le iniziative avviate dai club per migliorare le condizioni di vita della comunità che li circondano;
– che riguarda le attività svolte per accrescere la portata delle attività umanitarie del Rotary nel mondo e per promuovere la comprensione e la pace tra i popoli;
– che riconosce il cambiamento positivo attuato dai ragazzi e dai giovani attraverso le attività di sviluppo delle doti di leadership, progetti d’azione e programmi di scambio.


Principali progetti di service svolti a livello internazionale

rotfound_5130847

Attraverso il supporto della Rotary Foundation, associazione senza fini di lucro impegnata a supportare i Rotariani a promuovere la pace, la buona volontà e la comprensione internazionale, il Rotary International opera con attività di service a livello internazionale con l’obiettivo di migliorare le condizioni sanitarie, sostenere l’istruzione e combattere la povertà.

Tra i più importanti progetti di service svolti a livello internazionale si ricorda:

POLIO PLUS: è la campagna di eradicazione della poliomelite realizzata tramite la somministrazione di vaccini ai bambini e l’esecuzione di adeguati monitoraggi. Dal lancio della campagna ad oggi oltre due miliardi di bambini hanno ricevuto il vaccino orale. L’obiettivo è di giungere alla completa eradicazione di questa terribile malattia, raggiungendo l’ambizioso traguardo di 200 milioni di dollari entro il 30 giugno 2012.

BORSE DEGLI AMBASCIATORI: si tratta di programmi educativi che consentono a giovani non rotariani da ogni parte del mondo di vivere un’esperienza di studio in un paese straniero. Dal 1947 quasi 47.000 borsisti provenienti da 110 Paesi hanno usufruito di borse per un totale di oltre 476 milioni di USD.

SCAMBI DI GRUPPI DI STUDIO (GSE): anche questi rientrano tra i programmi educativi del Rotary International. Si tratta di programmi per giovani professionisti non rotariani ai quali viene offerta la possibilità di vivere un’esperienza professionale di 4-6 settimane in un distretto straniero gemellato. Dal 1965 hanno beneficiato del programma più di 57.000 giovani professionisti (in più di 12.000 gruppi) provenienti da oltre 100 Paesi, per un totale di oltre 92 milioni di USD.